Teneri, velati, appassionati
Furtivi, trasgressivi, innamorati
Attrazione sessuale o amore vero?
Tutto avvolto in un contorto mistero

Colgono un attimo come si coglie un fiore
Rubano un attimo come lo fa una gazza ladra
In silenzio si scambiano frasi d’amore
Discreti si perdono in un’ardente passione

Si lasciano pensando che tutto sia solo pazzia
Per poi rincorrersi con grande frenesia.
Eccoli di nuovo insieme, tremanti di desiderio
Vogliosi si abbracciano e ritrovano
la dolce sensazione di non essersi mai lasciati

Una telefonata,riascoltarne solo la voce
Una frase tenera, una languida,una di desiderio
Un gemito, un sospiro, una risata
Pronti a carpire ancora un attimo d’amore

Un copione irriverente con protagonisti
Due tenere canaglie, due dolci amanti che
riempiono gli spazi vuoti della loro vita
ritagliandosi attimi di felicità sopita.

Ma il tempo vola in fretta,
van via furtivi come due estranei
Lasciandosi sulla pelle i rispettivi odori
per tenere ancora in vita i loro folli ardori

Mille pensieri, mille indecisioni
Una lotta tra dubbio e passioni
Rimpiangendo ogni volta che sembra finita
di non essersi incontrati prima nella vita

Ed allora continua il gioco a nascondino
Ancora un incontro furtivo
In un posto lontano dal mondo
La posta in palio?Un amore nascosto
Dissolto in briciole difficili da trovare
Uno dei due non lo troverà più…

La loro storia non sarà mai duratura
Sembra che vada contro la natura
Di infedeltà verrebbero tacciati
Ma in fondo la loro colpa è solo…

Riprovare a sentirsi amati



One Response to “Il cancello degli amanti”

  1.   . Says:

    Vera ogni parola…
    vera la nostra… colpa.