“Va bene, io credo nell’amore l’amore che si muove dal cuore, che ti esce dalle mani, che cammina sotto i tuoi piedi; l’amore misterioso anche dei cani, degli altri fratelli animali e delle piante, che sembra che ti sorridano anche quando ti chini per portarle via… L’amore silenzioso dei pesci che ci aspettano nel mare… L’amore di chi ci ama e non ci vuol lasciare…” (L.Dalla)

E pensare di riprovare, e riprovare. E darsi un’altra occasione. Finché intuisci che il gioco sta finendo… e non ci sarà un’altra occasione. E un amore se ne va. Non più sostituibile. Come ogni cosa che ci riguarda….

“Capitano che hai negli occhi il tuo nobile destino pensi mai al marinaio a cui manca pane e vino? Capitano che risolvi con l’astuzia ogni avventura ti ricordi di un soldato che ogni volta ha più paura? Ma anche la paura in fondo mi dà sempre un gusto strano se ci fosse ancora mondo sono pronto, dove andiamo?” (Lucio Dalla – Itaca)

Forse la vita va così, per costringerci ad ammettere che, man mano che andiamo avanti, i due punti che prima si fondevano nei momenti di bisogno, si allontanano per consunzione dei reciproci interessi. Accade giorno per giorno ma, come per le rughe, ce ne rendiamo conto solo confrontandoci con una vecchia foto.

Ma perché, non sono riuscita ad accettare il tuo distacco?

Credo di aver capito!

A differenza di ogni altro tipo di legame che intercorre fra due o più persone, tu sei entrato in quelle “stanze” dove si genera la coscienza e la consapevolezza di esistere.

Grazie alle tue idee, alla tua presenza, alle tue parole, alle cose vissute insieme, a quegli occhi, ho capito che, da quell’istante, non avrei potuto fare a meno di parlare delle distanze e del cielo e di dove andrà a dormire la luna quando esce il sole chissà com’era la terra prima che ci fosse l’amore…”



I commenti sono chiusi